Le mamme sono più attente ma il 34% dei bimbi è slacciato dal seggiolino

Il problema dell’abbandono sul seggiolino mette in luce altri rischi per la salute del bambino

Uno studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità ha coinvolto circa 30.000 mamme intervistate fra dicembre 2018 e aprile 2019. Secondo la statistica, i rischi più significativi non riguardano solo la sicurezza stradale, ma diversi altri ambiti dello sviluppo del bambino su cui occorre sensibilizzare il più possibile mamme e papà.

I risultati evidenziano che attualmente la maggioranza dei genitori ha compreso l’importanza di mettere i neonati a dormire a pancia in su. Se da un lato è diminuita la percentuale di mamme che non allattano, è anche vero che solo una mamma su 4 allatta il proprio bambino in maniera esclusiva a 4-5 mesi di vita e ancora molte non assumono l’acido folico prima dell’inizio della gravidanza, come raccomanda l’OMS.

Il rapporto indica che sono sensibilmente diminuite le mamme che fumano in gravidanza, ma è ancora molto alta la percentuale di bambini potenzialmente esposti al fumo passivo (41,9%).

Per quanto riguarda la sicurezza stradale, emerge che circa il 15% delle mamme di bambini con meno di 6 mesi riferisce di avere difficoltà nel farli stare seduti e allacciati al seggiolino, quota che sale al 34,2% sopra l’anno di età.

Il Ministero della Salute raccomanda anche di regolare l’esposizione dei propri figli a TV, computer, tablet e smartphone fin dai primi mesi di vita: attualmente, il 34,3% dei piccoli sotto i 6 mesi passa già del tempo davanti agli schermi, mentre la percentuale si alza al 76,4% nei bambini sopra l’anno di età.

Nell’evoluzione continua del nostro stile di vita, sarà sempre più importante comprendere che la delicatissima fase che va dal concepimento fino al compimento di due anni può determinare in larga parte gli anni della maggiore età e della maturità.

Farmacia del Grappa

Farmacia del Grappa Informa